E’ POSSIBILE PUBBLICARE FOTO DEGLI ALUNNI SUL GIORNALE DI ISTITUTO, SUL SITO WEB DELLO STESSO, NEI LAVORI DIDATTICI CHE VENGONO RIVERSATI SU DVD O ALTRO SUPPORTO, AFFISSE SUI CARTELLONI NELL’ATRIO DELL’EDIFICIO SCOLASTICO (AI FINI DELLA PARTECIPAZIONE A MOSTRE O CONCORSI)?

Secondo Giovanni Buttarelli, Segretario Generale del Garante per la protezione dei dati personali, “per dare una soluzione certa, bisogna esaminare la finalità della pubblicazione di una fotografia sul giornalino o sul sito. In linea di massima, però, non vi sono particolari obblighi cui sottostare: le scuole pubblicano fotografie sul giornalino e sul sito per pubblicizzare le attività dell'istituto, dare una visibilità educativa agli alunni delle classi, indicare il vincitore di una gara o di un concorso che dà lustro alla scuola. In tutti questi casi, il trattamento è legittimo. Per la pubblicazione sul sito Web, si può adottare la soluzione "creativa" di considerare il sito Web come il giornale on line della scuola, con piena facoltà di pubblicazione delle foto”.

Se le foto, quindi, sono legate ad eventi positivi (es. il minore che consegue un successo scolastico), la pubblicazione è possibile. Il genitore, all’inizio dell’anno scolastico, in occasione della consegna dell’informativa, ex art. 13 Codice Privacy, se lo riterrà opportuno, chiederà, ai sensi dell’art. 7 Codice Privacy, che le immagini non vengano utilizzate.
Attenzione, però a pubblicare immagini di alunni portatori di handicap o dati personali idonei a rivelare l'origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l'adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale. Detto tipo di trattamento non è consentito, se non nei casi indicati dal Regolamento del Ministero della p.i. n. 305/06.

E' ILLECITO FARE LE FOTO DI CLASSE OPPURE E' OBBLIGATORIO RICHIEDERE IL CONSENSO?
Ancora secondo Giovanni Buttarelli, Segretario Generale del Garante per la protezione dei dati personali: "Le scuole private hanno fattispecie per le quali devono richiedere il consenso, ma le scuole statali, in quanto enti pubblici operanti per fini istituzionali, che sono quelli di educazione e formazione degli allievi, non hanno obblighi di richiesta di consenso. Tra l'altro, la questione del consenso informato all'interno delle scuole è mal posta: o le scuole effettuano dei trattamenti consentiti, oppure no. Nel secondo caso, i trattamenti sono semplicemente illeciti, e nessun consenso può mai sanarli, rendendoli leciti. Quanto alle foto di classe, ci siamo già espressi sulla piena ammissibilità di riprese video e fotografie raccolte dai genitori, durante recite e saggi scolastici. Quindi i timori sono del tutto ingiustificati".

Scarica l'allegato sull'informativa sulla privacy ex art. 13 D.Lgs. n.196/2003 per il trattamento dei dati personali del nostro istituto

 Scarica l'allegato sul Comunicato stampa - 17 dicembre 2003 del garante per la protezione dei dati peronali

Scarica l'allegato prove Invalsi 2015 "Informativa ex art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 per il trattamento dei dati personali degli studenti Decreto legge n. 147/2007"