Filosofia

Noi alunni delle classi 2A e 2B ITIS dell'istituto IIS Bonsignri di Remedello saremo impiegati nel progetto, di durata biennale, "N@vigare sul Chiese"nell'ambito del bando Scuola21 proposto dalla Fondazione Cariplo.

foto-chiese02Attraverso uno studio ‹‹en plain air›› e sui banchi di scuola avremo modo di perlustrare e di conoscere la zona del Chiese, elaborando progetti per la sua valorizzazione.

Il parco del ‹‹Basso Chiese›› è registrato nell' elenco dei parchi italiani e ha, come ente gestore, il comune di Remedello, ma non ci sono attività che lo riguardino.

Abbiamo pensato, pertanto, che una rivalutazione di quest'ultimo fosse una bella idea e che sarebbe stato ancor più bello se avessimo diretto noi la sua "rinascita".

Quattro le fasi in cui si articola il progetto: la sensibilizzazione alle tematiche ambientali, la conoscenza del problema, la raccolta dei dati, l'esposizione del lavoro per valorizzare l'ambiente.

Il primo passo verso la realizzazione del nostro progetto è stato un sopralluogo nell'area destinata all'utilizzo del parco.

Nell'uscita didattica del 22 novembre scorso, carte alla mano, abbiamo visitato il territorio, quella golena in aperta campagna che, dopo la chiesetta dei morti del Gandino, si allunga fino al fiume Chiese.

Durante l'orario scolastico abbiamo poi incontrato degli esperti: la guardia ittico-venatoria Ermanno Bollin, per conoscere la fauna presente nel territorio, e il geometra Giambattista Schena, il quale ci ha mostrato il progetto di un'unica pista ciclabile che, partendo dal lago di Garda sarebbe arrivata fino a Remedello, per poi arrivare nella provincia mantovana.

Questo progetto prevede di unire varie piste già presenti, creando un percorso turistico.

"N@vigare sul Chiese" non sarà un'attività extra-curricolare, al contrario, ogni insegnante lo declinerà nella propria materia: chi affrontando poesie, chi sotto l'aspetto storico, chi sotto quello scientifico e tecnico.

Dunque,vento in poppa per questa navigazione condivisa per scoprire e valorizzare le bellezze del nostro territorio.

Lavagnini Roberto, II B ITIS

 

Descrizione del progettofoto-chiese01

La nostra scuola si trova a Remedello, comune tipico della pianura padana, dove la natura viene fruita prevalentemente sotto l'aspetto economico (agricoltura intensiva ed allevamenti) trascurandone quasi del tutto l'aspetto ludico, sportivo, ricreativo, contemplativo e turistico.
Attraverso le tre fasi del progetto, dettagliatamente documentate nel piano didattico, si intende
da un lato, far nascere nei discenti la consapevolezza che anche il loro territorio può offrire opportunità diversificate e, dall'altro, sensibilizzare gli enti locali ad effettuare interventi atti a renderlo diversamente fruibile dalla popolazione.
Scopo ultimo sarà la pianificazione di un parco fluviale e delle attività in esso concretamente realizzabili.

Obiettivi del progetto:

PER GLI STUDENTI

far acquisire una coscienza naturalistica-ambientale attraverso l'analisi di una criticità territoriale locale sviluppare le competenze di cittadinanza migliorare le competenze di organizzazione e pianificazione del lavoro riconoscere le caratteristiche essenziali del sistema socioeconomico per orientarsi nel tessuto produttivo del proprio territorio comprendere il cambiamento e la diversità dei tempi storici in una dimensioni diacronica attraverso il confronto fra epoche e in una dimensione
sincronica attraverso il confronto fra aree geografiche e culturali.

PER I DOCENTI

incoraggiare il lavoro cooperativo nel progettare unità di apprendimento interdisciplinari finalizzate all'acquisizione di competenze e costruendo una didattica alternativa

PER IL TERRITORIO

stimolare le amministrazioni locali ad interventi mirati sull'area individuata proporre la scuola come risorsa locale e agente di sviluppo territoriale in sinergia con altri enti territoriali

Risultati attesi:

far nascere nei discenti consapevolezza sulle tematiche territoriali locali ecosostenibili realizzare un prodotto multimediale ( un'elaborazione dei dati raccolti e le proposte che gli studenti avranno elaborato in relazione al parco) da presentare al comune di Remedello, ente gestore del parco "Basso Chiese" e alla popolazione dei comuni limitrofi per stimolarne un'azione concreta sull'area.

Strategie:

La consapevolezza sulle tematiche ecosostenibili e il prodotto multimediale finale saranno l'esito di un lavoro svolto in equipe. Naturalmente, l'attuazione di questo progetto prevede l'utilizzo di un ventaglio di strategie notevolemente diversificato: dal lavoro di gruppo al brainstorming, dalla lezione frontale a quella dialogata, dalla partecipazione a conferenze di esperti allo svolgimento di esperienze laboratoriali e sul campo. Tutto ciò contribuisce a rendere attivo il ruolo degli studenti, chiamati a ricercare, rielaborare e condividere gli esiti di ricerche d'archivio, documentali, informatiche e laboratoriali.